SISMA 2016 - NUOVA PROGRAMMAZIONE SCADENZE. Ordinanza n. 165 del 21/12/2023: Programmazione dei termini di presentazione delle domande per tipologie di interventi.

SISMA 2016 - NUOVA PROGRAMMAZIONE SCADENZE. Ordinanza n. 165 del 21/12/2023: Programmazione dei termini di presentazione delle domande per tipologie di interventi.

Data :

28 dicembre 2023

Municipium

Descrizione

SISMA 2016 - NUOVA PROGRAMMAZIONE SCADENZE. Ordinanza n. 165 del 21/12/2023: Programmazione dei termini di presentazione delle domande per tipologie di interventi.

Si invita la cittadinza a prendere visione del testo sotto riportato e dei documenti allegati.
 

Nuove scadenze per i danni gravi
Per le domande di contributo riguardanti il ripristino o la ricostruzione di edifici gravemente danneggiati, i cui titolari non ricevano misure di assistenza abitativa come Cas o Sae, il termine è stato portato al 31 dicembre 2024. Per le domande relative a edifici con danni gravi e che beneficiano di assistenza abitativa (come SAE, MAPRE, o immobili in comodato d’uso gratuito, ecc), il termine per la presentazione delle domande (anche quelle che erano state presentate in forma semplificata e andavano integrate) viene fissato al 30 giugno 2024. Lo stesso termine riguarda le domande di ricostruzione di edifici con esito “E”, destinati ad attività economiche e produttive. Questi termini escludono i casi di edifici inseriti in piani attuativi o programmi straordinari di ricostruzione, per i quali si applicano cronoprogrammi specifici. La mancata presentazione delle domande di ricostruzione entro i termini stabiliti comporta la sospensione o cessazione della gratuità delle misure agevolative, con l’obbligo di corrispondere un contributo ridotto del 30% nel caso si viva in Sae o in altre soluzioni abitative.

Cessazione benefici per affittuari
Per i nuclei familiari che al momento del sisma abitavano in unità immobiliari in affitto o in comodato gratuito o altri casi definiti dall’Ordinanza, il contributo di assistenza abitativa (Cas) è corrisposto fino al 31 marzo 2024.
Per i nuclei assegnatari di una Sae o di altre soluzioni abitative, che al momento del sisma invece, abitavano in unità immobiliari in affitto o in comodato gratuito e altri casi definiti dall’Ordinanza, dal 1° aprile 2024 dovrà essere corrisposto un canone pari a quello previsto per l’edilizia residenziale pubblica, ridotto del 30% (diminuzione che si applica fino al 1° gennaio 2025).

FONTEhttps://sisma2016.gov.it/2023/12/21/sisma-2016-15-miliardi-per-la-ricostruzione-e-una-nuova-programmazione-scadenze/

 

1 PROGETTI CAS 31_12_232 CESSAZIONE CAS AFFITTUARI 31_03_20243 SCADENZA DANNI LIEVI 31_03_20244 SCADENZA PROGETTI SAE MAPRE 30_06_20245 SCADENZA DANNI GRAVI 31_12_2024

Municipium

Allegati

Ordinanza-n.-165-del-21.12.2023-Termini_signed

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli?
2/2
Inserire massimo 200 caratteri
È necessario verificare che tu non sia un robot